Page:Harbottle - Dictionary of quotations French and Italian, 1904.djvu/380

La bibliothèque libre.
Sauter à la navigation Sauter à la recherche
Le texte de cette page a été corrigé et est conforme au fac-similé.
370
NIENTE E PIU—NOI NON ABBIAMO.


"Niente è più pericoloso quanto il darci a uno studio contrario alia naturale disposizione del nostro ingegno."

Bettinelli. Saggio sull’ Eloquenza, Cap. VI.

"There is nothing more dangerous than giving oneself up to a study which is in opposition to the natural inclination of the mind."

"Nissuno stato pubblico può godersi la quieta, nè ribattere l’injurie, nè diffendere le leggi, la religione e la libertà senza arme."

Montecuccoli. Memorie, Lib. I., XLIV. (Ed. Colonia, 1704, p. 55.)

"No State can enjoy tranquillity, nor repel hostile attacks, nor defend its laws, its religion and its liberty, unless it be armed."

"Niun giammai fuggir debbe il consiglio."

Marco Guazzo. Errori d’ Amore, Act I.—(Filarco.)

"None ever has the right to flee advice."

"Niuno dee essere in una medesima cosa avvocato e giudice."

Fra Bartolommeo da San Concordio. Giunta agli Ammaestramenti degli Antichi, CLXV.

"It is not right that any one should be advocate and judge in the same case."

Niuno più facilmente inganna gli altri che chi è solito, e ha fama di mai non gli ingannare."

Guicciardini. Istoria d’ltalia, Lib. VI. (Ed. Milano, 1803, Vol. III., p. 181.)

"No one finds it easier to deceive others than he who has neither the habit nor the reputation of deceiving."

"Nobiltà poco si prezza,
E men virtù, s’ è non v’ ancor ricchezza."

Ariosto. Orlando Furioso, XLIV., 36.

"The boast of blood but little can avail.
And virtue less, when large possessions fail."—(Hoole.)

"(Che) nodo mai si forte non si stringe
Che sciolto e rotto a lungo andar non sia."

Fortiguerra. Ricciardetto, XX., 25.

"For never shall so firm a knot be tied
But at the last shall burst and broken be."

"Noi morirem, nè invidia avremo ai vivi;
Noi morirem, ma non morremo inulti."

Tasso. Gerusalemme Liberata, II., 86.

"We die, yet should not envy those that live;
We die, yet should we not die unavenged."

"Noi non abbiamo potere di mutar le usanze a nostro senno, ma il tempo le crea, e consumale altresì il tempo."

Casa. Galateo. (Opere, Milano, 1806, Vol. I., p. 249.)

"We have no power to change the usages of the world according to our fancy. Time creates them, and time in like manner destroys them."